Chip Us scossi dall'ipotizzata svolta di Apple verso Intel

Inviato da Redazione il Lun, 06/06/2005 - 19:01
Movimenti in corso nel settore statunitense dei semiconduttori, dopo che la stampa finanziaria ha rilanciato l'indiscrezione secondo cui Apple si rivolgerà per la fornitura di semiconduttori per i suoi computer a Intel, aggiungendo che si è ormai vicini all'annuncio dell'accordo. L'effetto più forte si fa attualmente sentire su Freescale (-3,38% a 20 dollari), che fornisce i processori per i notebook della casa della mela e per i Mac Mini. Più contenuto il riverbero su Ibm (-0,84% a 75,15 dollari), che dal 1994 produce i chip per i Macintosh. Intel non pare però beneficiare delle indiscrezioni, lasciando attualmente sul terreno lo 0,88% a 27,09 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA