Chevron, trimestrale sotto le attese PRIMA NOTA

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 02/11/2007 - 14:33

Anche la trimestrale di Chevron delude il mercato. Dopo i conti di Exxon Mobil, diffusi ieri poco prima dell'apertura di Wall Street, sono stati svelati oggi quelli del colosso petrolifero statunitense, che ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto in flessione del 26%, passato da 5 a 3,7 miliardi di dollari. In flessione anche l'utile per azione (eps) che è passato dai precedenti 2,29 agli attuali 1,75 dollari. L'unica nota positiva è arrivata dal giro d'affari che è stato pari a 55,17 miliardi di dollari, in leggero miglioramento rispetto ai 54,21 riportati nello stesso periodo dell'anno passato.

 

Dati che, come era avvenuto ieri per Exxon Mobil, hanno deluso le aspetattive del mercato, che si attendeva un utile pari a 4,4 miliardi e un eps stimato a 2,07 dollari.

Sono due le principali ragioni che hanno pesato sulla trimestrale di Chevron. Innazzi tutto, i risultati sono stati condizionati da un onere eccezionale di circa 400 milioni di dollari. Secondo. Un impatto negativo è arrivato dall'erosione dei margini di raffinazione e di vendita sul mercato statunitense.

 

Proprio ieri Exxon Mobil aveva comunicato  di avere riportato nel terzo trimestre 2007 un utile pari a 9,41 miliardi di dollari (1,70 dollari per azione), in calo del 10% rispetto ai 10,49 miliardi (1,77 dollari per azione) del corrispondente periodo del 2006. Mentre il fatturato era salito a 102,34 miliardi di dollari dai 99,593 dell'anno precedente, rimanendo sotto le attese di 112,97 miliardi.

COMMENTA LA NOTIZIA