Cheuvreux dice sì all'Ipo di Ascopiave

Inviato da Micaela Osella il Mer, 29/11/2006 - 15:20
Un bastimento carico di gas sbarcherà a Piazza Affari. Prima toccherà a Gas Plus della famiglia Usberti poi sarà la volta di Ascopiave a fare il suo ingresso nel parterre di Borsa. Ebbene secondo gli analisti di Cheuvreux la municipalizzata trevigiana che si prepara a diventare Star è un'Ipo da non lasciarsi scappare. Gli esperti della casa d'affari francese ritengono che la valorizzazione data ad AscoPiave sia a buon mercato. "Messa a confronto con gli altri competitors italiani AscoPiave appare a buon mercato, anche al top indicato nella forchetta", scrive l'esperto della merchant bank, che calcola che sul quel livello AscoPiave quoterebbe 13 volte le stime di P/ E 2006 contro le 20,3 volte del settore delle utilities e a 7,1 volte l'Ev / Ebitda contro le 9,1 volte sempre del comparto. Senza contare - nota infine l'analista - che AscoPiave potrebbe tentare la strada del consolidamento e provare a fare qualche operazione con un altra utility locale. Un argomento che si sa piace molto agli operatori di Borsa.
COMMENTA LA NOTIZIA