1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Certificate, le soluzioni proposte dagli esperti per divulgare l’informazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I certificati, ultimi nati di una serie di prodotti finanziari innovativi, consentono di ampliare la gamma dei sottostanti e dei playoff disponibili agli investitori e di diversificare e completare i portafogli di investimento. Da un’indagine condotta dall’Università Bocconi di Milano, anche grazie all’ausilio di Finanza Online e di Finanza.com, emerge che gli investitori italiani self-directed sono venuti a conoscenza di questi strumenti finanziari principalmente attraverso documentazione scritta. Tuttavia, le brochure informative appaiono spesso di non semplice comprensione. Secondo Gian Luigi Pedemonte di Deutsche Bank per informare di più e meglio il pubblico “bisognerebbe rendere le brochure più semplici e alla portata di tutti. Inoltre si dovrebbero fornire informazioni utili sui siti internet e direttamente al cliente che ha il conto in banca”. Per Stefano Sbranchella di Banca Imi “l’informazione in Italia, per le peculiarità del mercato, dovrebbe partire dai distributori”. La soluzione proposta da Fabio De Zordo di Ubm è invece quella di “standardizzare nomi e caratteristiche dei certificate, mentre al contrario alcuni emittenti insistono a mantenere nomi esclusivi, che però rendono difficile comparare i diversi prodotti”. Salvatore Miserendino di Abn Amro auspica la nascita di “una nuova associazione che possa agire in modo imparziale anche per diffondere l’informazione e curarne il lato educational”. David Armstrong di Société Générale ritiene infine che sia questione di tempo: “la curva di apprendimento dei singoli crescerà in maniera molto accelerata, grazie alla quotazione degli strumenti sul mercato, che è cosa abbastanza recente”.