1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Certificate: Bocconi, sul Sedex volumi di scambi in aumento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Di questi tempi si sente tanto parlare di certificati, ultimi nati di una serie di prodotti finanziari innovativi. I certificati consentono di ampliare la gamma dei sottostanti e dei playoff disponibili agli investitori e consentono di diversificare e completare i portafogli di investimento. Mentre in Germania il mercato dei certificati è molto sviluppato e addirittura in grado di competere con quello dei fondi comuni tradizionali in quanto ad asset gestiti, in Italia è ancora in una fase iniziale. Secondo un’indagine condotta dall’Università Bocconi di Milano, anche grazie all’ausilio di Finanza Online e di Finanza.com, nel Belpaese il mercato dei certificati è comunque in crescita in termini di volumi scambiati. Basti pensare che a fine maggio gli scambi sui certificati ammontavano a più del 60% del totale dei volumi del Sedex, il mercato telematico dei “securitised derivative”. Gli strumenti più negoziati del Sedex risultano essere gli “investment certificate a capitale protetto” (40,2%) e i “covered warrant plain vanilla” (35,2%). Tuttavia, a fare la parte del leone sul Sedex sono ancora un numero limitato di emittenti: i primi sei emittenti si spartiscono una fetta pari al 95% del mercato italiano.