Cementiferi sotto la lente degli analisti: titoli da comprare per Credit Suisse e Ubs

Inviato da Redazione il Mer, 09/06/2010 - 11:45

Cementiferi più solidi che mai agli occhi degli analisti, che ne consigliano l'acquisto. Credit Suisse ha alzato il rating sul settore del cemento a overweight dal precedente market weight. A convincere il broker svizzero sono soprattutto quattro fattori: la continua ripresa dell'economia e del mercato residenziale nel Nord Europa, un aumento dei prezzi a partire dal 2011 grazie a una più forte domanda, una spiccata capacità di generazione di cassa e infine una attraente valutazione (il comparto infatti scambia a sconto del 15% rispetto alla sua media storica).

Il momento per entrare è quello giusto. Per chi volesse puntare su questo comparto, i titoli interessanti sono diversi. Credit Suisse consiglia di acquistare la tedesca HeidelbergCement, che è in assoluto la sua preferita all'interno del comparto. Ma anche la francese Saint-Gobain, il cui rating è stato alzato a outperform. Promozione al gradino neutral per la svizzera Holcim e l'austriaca Wienerberger, mentre l'irlandese Crh e l'italiana Buzzi Unicem sono state confermate al rating outperform. Per quanto riguarda i target price di queste azioni, sono stati aumentati in media del 2% sulle più promettenti previsioni del 2011. Unica azione da evitare è la greca Titan Cement, il cui giudizio è stato tagliato a underperform.

Guardando al mercato italiano, ecco che Buzzi Unicem si mette in luce, insieme alla sua "rivale" Italcementi, grazie anche al giudizio di Ubs. La casa d'affari elvetica ha avviato la copertura sui titoli delle due produttrici di cemento, consigliandone l'acquisto (rating buy). In particolare, per quanto riguarda Buzzi Unicem, gli esperti di Ubs sostengono che "offra una combinazione di attrattiva esposizione geografica (Stati Uniti e mercati emergenti rappresentano rispettivamente il 31% e il 46% delle stime di Ebitda 2011), di crescita nei mercati emergenti e di recupero in quelli maturi". Il prezzo obiettivo del gruppo piemontese è stato indicato a 11,5 euro, con un 41% di potenziale upside rispetto agli attuali prezzi di Borsa.

Il target price per Italcementi è stato fissato a 8,7 euro con un 35% di potenziale upside rispetto agli attuali prezzi di Borsa. "L'azione ha sottoperformato il rally dei competitor nel 2009 e nel 2010", si legge nel report odierno di Ubs. Gli analisti della banca elvetica indicano tre punti di forza del gruppo della famiglia Pesenti: la dimensione (è il quinto produttore di cemento al mondo), l'esposizione verso mercati interessanti (Italia, Francia, ma anche Egitto e Marocco) e le potenzialità di crescita.

I giudizi degli analisti spingono i titoli al rialzo. A Piazza Affari, dopo alcune sedute in rosso, Buzzi Unicem guadagna ora il 2,53% a 8,30 euro, rallentando il passo rispetto al +4% messo a segno a inizio seduta, mentre Italcementi avanza del 2,06% a 6,43 euro (un progresso di oltre 3 punti percentuali questa mattina). A Parigi Saint-Gobain è tra i migliori del paniere Cac40, evidenziando un progresso dell'1,5%.

COMMENTA LA NOTIZIA