1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cell Therapeutics: studio clinico italiano dimostra risultati impiego di Zevalin

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cell Therapeutics ha annunciato oggi in una nota stampa che il Journal of Clinical Oncology ha pubblicato i risultati di uno studio clinico innovativo che valuta l’impiego di Zevalin® ([90Y]-ibritumomab tiuxetan), ad alte dosi seguito da infusione di cellule staminali autologhe, in 30 pazienti (età media 62 anni) affetti da linfoma non-Hodgkin (NHL) aggressivo recidivato/refrattario o ad alto rischio, non candidabili ad un trapianto con impiego di chemioterapia. La chemioterapia mieloablativa ad alte dosi rappresenta un trattamento efficace del NHL ma a causa della significativa tossicità è generalmente riservata a pazienti giovani ed in condizioni cliniche idonee, e pertanto non è utilizzabile per molti pazienti, dato che l’età media dei pazienti affetti da NHL è di circa 60 anni, prosegue il comunicato. Lo studio prevedeva tre cicli di chemioterapia convenzionale seguiti da chemioterapia ad alte dosi e infusione di cellule staminali, proseguendo con l’impiego di Zevalin ad una dose fino a tre volte superiore alla dose standard, con infusione addizionale di cellule staminali. A seguito di tale protocollo terapeutico, l’83% dei pazienti ha conseguito uno stato libero da malattia con una sopravvivenza globale stimata dell’87% dopo un follow-up medio di 30 mesi.