Cell Therapeutics non fa prezzo per eccesso di rialzo dopo +65% della vigilia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non si arresta l’euforia Cell Therapeutics, regina ieri a Piazza Affari con un balzo del 65%. Oggi il titolo della società biotech statunitense non ha ancora fatto prezzo dopo che in mattinata sono stati annunciati i risultati preliminari PFS (progression-free survival o sopravvivenza libera da progressione) dello studio pilota di fase III EXTEND (PIX301) su pixantrone. Pixantrone aumenta la sopravvivenza libera da progressione dell’81% rispetto agli agenti chemioterapici standard nel corso di una sperimentazione di fase III condotta su pazienti affetti da linfoma non-Hodgkin aggressivo recidivato. Ieri la stessa Cell Therapeutics aveva preannunciato l’intenzione di presentare una domanda di autorizzazione al commercio di un nuovo farmaco presentata in più fasi (Nda o New Drug Application) richiedendo la revisione prioritaria di pixantrone ai fini del trattamento del linfoma aggressivo recidivato non di Hodgkin (Nhk) nel primo trimestre 2009. “Tre approvazioni potenziali di farmaci nel 2009 ci dovrebbero permettere di conseguire il nostro obiettivo di pareggio del flusso di cassa già nell’ultimo trimestre dell’anno corrente”, è la previsione di James A. Bianco, numero uno di Cell Therapeutics.