Cdp: utile netto 2011 cresce del 18% a 1,6 miliardi di euro

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 18/04/2012 - 15:37
Cassa Depositi e Prestiti ha chiuso il 2011 con circa 16,5 miliardi di euro di nuovi impieghi, il massimo raggiunto dalla società, si legge nella nota, dopo la trasformazione in spa. L'utile netto è cresciuto del 18% a 1,6 miliardi di euro rispetto all'esercizio precedente, al netto di fattori di discontinuità, quali, per il 2010, la plusvalenza di circa 1 miliardo registrata da Cdp a seguito della permuta azionaria perfezionata con il Mef. Tale risultato positivo è conseguente, in particolare, all'aumento del 40% del margine di interesse a 2,33 miliardi di euro derivante dalla stabilizzazione dei tassi di impiego e raccolta. Nel corso del 2011, Cdp ha mobilitato risorse per circa 16,5 miliardi (+41%), compresi i 4,2 miliardi tra operazioni non ricorrenti e impieghi in partecipazioni e fondi.
COMMENTA LA NOTIZIA