Cdp: nel I semestre mobilitate e gestite risorse circa 9 miliardi di euro

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 30/07/2014 - 14:54
Il Cda di Cassa depositi e prestiti (Cdp) ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata del gruppo al 30 giugno 2014. Nei primi sei mesi dell'anno il gruppo ha mobilitato e gestito risorse per circa 9 miliardi di euro. Il dato, al netto di operazioni di importo rilevante, risulta sostanzialmente in linea con quanto registrato nel primo semestre dello scorso anno. Il totale attivo di stato patrimoniale raggiunge i 367 miliardi di euro con un incremento dell'8% rispetto al 2013, mentre il patrimonio netto di pertinenza della capogruppo si attesta a 19,5 miliardi di euro, in crescita dell'1% rispetto al 2013.

Il bilancio semestrale consolidato si chiude con un utile netto di pertinenza della capogruppo pari a 964 milioni di euro, in diminuzione del 31% rispetto al risultato del medesimo periodo del 2013. La contrazione è prevalentemente dovuta all'andamento del margine di interesse della capogruppo che è risultato pari a 714 milioni di euro, in flessione di circa il 53% rispetto al medesimo periodo nel 2013. Il risultato è effetto di una significativa riduzione dei tassi d'interesse e dell'applicazione del nuovo meccanismo di remunerazione della liquidità depositata presso il Mef, previsto dal Decreto Legge 66/2014 (spending review). L'utile netto del periodo della capogruppo ammonta a 1.203 milioni di euro. Nonostante l'andamento del margine di interesse, al netto dei fattori non ricorrenti l'utile risulterebbe in linea con il primo semestre 2013.
COMMENTA LA NOTIZIA