Cdp e Abi firmano convenzioni Debiti PA e Piattaforma Imprese

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 05/08/2014 - 16:06
Cassa depositi e prestiti (Cdp) e l'Associazione Bancaria Italiana (Abi) hanno siglato oggi due convenzioni, "Plafond Debiti PA" e "Piattaforma Imprese", con le quali si attivano i due strumenti in favore delle pubbliche amministrazioni e delle imprese deliberati dal Cda di Cdp il 30 luglio scorso. E' quanto si legge in una nota.

Più nel dettaglio, la convenzione "Plafond Debiti PA" attiva il Plafond Debiti PA da 10 miliardi di euro, costituito da Cdp al fine di accelerare i pagamenti dei debiti di parte corrente della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese. La Cassa potrà acquisire dalle banche e dagli intermediari finanziari i crediti che le imprese vantano nei confronti della PA, ridefinendo in favore della PA termini e condizioni di pagamento dei relativi debiti. Con questa convenzione, spiega la nota, si completa il pacchetto dei provvedimenti normativo-regolamentari, diretti a consentire l'integrale pagamento dei debiti PA attraverso banche e intermediari finanziari dando attuazione agli impegni che Abi e Cdp si sono assunti con la sottoscrizione del Protocollo siglato al Mef lo scorso 21 luglio. I 10 miliardi di euro messi a disposizione dalla Cdp si aggiungono alle risorse statali di cui alle anticipazioni di liquidità concesse, per il tramite della Cdp, agli enti locali per un importo pari, alla data odierna, a circa 4,5 miliardi di euro.

Per quel che riguarda la convenzione "Piattaforma Imprese", questa apporta ulteriori 5 miliardi di euro alle misure di Cdp per l'economia, raggruppando in uno strumento organico i nuovi "Plafond" dedicati a favorire l'accesso al credito dei diversi comparti imprenditoriali: "Pmi", dedicato agli investimenti e alle esigenze di circolante delle piccole e medie imprese, è pari a 2 miliardi di euro, che si aggiungono ai 16 miliardi già stanziati, erogati per 14,7 miliardi in favore di oltre 90 mila Pmi operanti in tutti i settori produttivi e su tutto il territorio nazionale; "Mid", dotato di 2 miliardi di euro destinati alle imprese con un numero di dipendenti compreso fra 250 e 3.000 unità; "Reti Pmi", pari a 500 milioni di euro finalizzati, in sinergia con la Bei, ad agevolare la crescita dimensionale delle Pmi che sottoscrivano un contratto di rete per il perseguimento di un programma comune; "Sostegno all'Esportazione", dotato di 500 milioni di euro, è rivolto alle imprese di ogni dimensione - anche Pmi - e dedicato al post-financing delle lettere di credito.
COMMENTA LA NOTIZIA