1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Catricalà, semaforo rosso all’eventuale fusione Enel-Eni

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Non potrei certo gioire di una fusione tra i due colossi” dichiara Antonio Catricalà, presidente dell’Autorità antitrust italiana, con riferimento alla venitlata eventualità di una fusione tra Enel ed Eni sul modello della spagnola Gas Natural-Endesa. Si tratta già di due posizioni “con particolare forza di mercato” aggiunge a margine di un convegno ” e quindi credo che ci sarebbero limiti Antitrust, attualmente invalicabili” a meno di modifiche normative. Allo stato attuale la fusione comporterebbe “molte dismissioni, che farebbero perdere significato economico di rilievo all’operazione e non si capirebbe a che fine allora si fa”. Catricalà si è espresso anche con riguardo al comportamento francese nel caso Suez e alle minacciate ritorsioni verso l’Opa di Bnp Paribas su Bnl. Nel primo caso Catricalà osserva: “”Mi sembra che la competenza sia di Bruxelles. Mi pare infatti sia una questione di rilevanza comunitaria. Penso ci siano ancora margini in Francia per rivedere una decisione un po’ ostile” mentre il blocco dell’offerta di Paribas non viene ritenuto tecnicamente possibile: “Occorrerebbe un altro intervento legislativo”.