Catricalà:"Concorrenza e terapia intensiva"

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 12/07/2006 - 08:32
"Concorrenza e terapia intensiva": ecco la ricetta di Antonio Catricalà, presidente dell'Antitrust, per far crescere l'economia, e perché no, anche il benessere generale dell'Italia. Ieri Catricalà, durante la relazione annuale in mattinata e poi con un intervento in Parlamento in serata - ha esposto la sua idea. "Gli interessi corporativi cercano spesso la complicità del potere politico". Ma "gli enti regolatori, devono resistere alle pressioni delle lobbies" ha aggiounto illustrando, nella sala della Lupa, a Montecitorio, la relazione annuale dell'Autorità che tutela la concorrenza. "La concorrenza è un bene da difendere" ha aggiunto il presidente dell'Antitrust sollecitando un fronte comune, una sorta di modello bipartisan, per il raggiungimento di tale obiettivo. "La strada è in salita e le cose da fare sono molte" ha ribadito il presidente dell'organo che tutela la concorrenza, rivelando che da gennaio ad oggi l'Antitrust ha deciso sanzioni per 668 milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA