Case vacanze, contro il caro ferie cresce la voglia di soluzioni alternative

Inviato da Redazione il Mar, 02/08/2011 - 14:46
Il mercato turistico è in crisi, ma grazie a costi contenuti ed un'offerta molto diversificata, il comparto delle case per le vacanze cresce in media del 15%. È il dato evidenziato da Immobiliare.it, che ha rilevato come sempre più italiani scelgano di trascorrere le ferie in una casa per le vacanze, soluzione che però non sempre risponde ai canoni più classici.
L'esigenza di risparmiare, infatti, aguzza l'ingegno, tanto che gli italiani non sempre scelgono di ridurre i giorni di ferie, o di alloggiare in alberghi economici, bensì si orientano sempre più verso una "vacanza diversa", particolare, scegliendo tra le molteplici alternative offerte dal web.

Secondo l'analisi di Immobiliare.it l'incremento delle ricerche di case per le vacanze in zone di turismo classiche o con soluzioni tradizionali è cresciuto nell'ultimo anno del 15%, ma se si guarda alle mete di turismo alternativo l'incremento è arrivato, in media, al 44%. Dal lato dell'offerta l'aumento è quasi speculare: la crescita delle proposte tradizionali arriva all'11%, quella delle mete o soluzioni di nicchia al 39%.

Chi decide di affittare un immobile per le vacanze, può, ad esempio, scegliere una dimora d'artista nell'entroterra catanese dove la proprietaria-pittrice offre ai suoi ospiti tele, cavalletto e pennelli per un corso di pittura en plein air (prezzo: da 864 euro a settimana). Si può soggiornare in provincia di Teramo, in una villa divisa in appartamenti e inserita all'interno di un parco botanico con oltre 40 specie vegetali differenti (prezzo: da 300 euro a settimana), ma anche ad Arezzo, in una suite totalmente indipendente ricavata in un mulino seicentesco (prezzo: da 600 euro a settimana).

In molte località le case per le vacanze stanno invece applicando il virtuoso meccanismo del last minute: chi prenota all'ultimo momento può fare veramente ottimi affari. Ad esempio, in Salento lo sconto medio arriva a 100 euro per settimana; la costa campana, da Ischia a Positano, applica riduzioni fra i 100 e i 200 euro; in Sardegna, ad Alghero i proprietari hanno ribassato i prezzi di oltre 200 euro, mentre a San Teodoro si può risparmiare fino a 420 euro a settimana. Non così convenienti le città d'arte, dove il last minute non è di casa. A Firenze le tariffe applicate agli affitti prenotati pochi giorni prima della partenza sono pari in media a 80 euro, mentre a Roma lo sconto arriva appena a 37 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA