Il Case-Shiller non convince gli operatori, prese di beneficio sul comparto delle costruzioni

Inviato da Luca Fiore il Mar, 27/07/2010 - 19:50
Complice l'intonazione generale degli indici, le indicazioni migliori delle attese in arrivo dall'indice S&P/Case Shiller, che misura i prezzi delle case unifamiliari delle 20 principali aree degli Stati Uniti, salito a maggio al 4,61% dal precedente 3,81% (consenso 3,85%), non riescono a far bissare al comparto delle costruzioni i guadagni di ieri. Il settore è vittima delle prese di beneficio dopo che ieri si era mosso in scia del +23,6% messo a segno dalle vendite di case nuove a giugno.

Da Standard & Poor's hanno commentato i dati sottolineando che maggio è storicamente un mese "favorevole per le vendite e che c'è ancora un enorme disponibilità sul mercato". In questo momento Toll Bros registra un calo del 2,96%, D.R. Horton arretra dello 0,63%, -2,59% di Lennar Corp., -1,56% per KB Home e -0,99% di PulteGroup Inc..


COMMENTA LA NOTIZIA