1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Case: i prezzi scendono nel terzo trimestre, ma ancora non basta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue nel terzo trimestre la discesa dei prezzi delle case di seconda mano in Italia. Stando ai dati diffusi dall’ufficio studi di Idealista.it, che ha osservato l’andamento delle quotazioni 97.957 immobili nel periodo luglio-settembre, pur permanendo una chiara tendenza ribassista delle quotazioni diffuse lungo tutto lo Stivale, le città in saldo negativo sono meno rispetto al trimestre scorso. In particolare i prezzi sono diminuiti in 39 dei 54 centri monitorati, pari al 70% del campione, mentre a giugno la percentuale era stata del 75%. “Se si escludono le grandi città, dove i prezzi sono ancora molto alti e i margini di discesa sono ancora elevati, si può dire che in alcune zone i prezzi hanno raggiunto il fondo, ciononostante il mercato è in un situazione di blocco perché perdurano le condizioni d’incertezza economica, con un effetto depressivo sulla domanda” affermano da Idealista.it. Tra i grandi mercati immobiliari Roma rallenta la contrazione (-1,3%), mentre Milano accelera la caduta (-2,3%) e Napoli archivia i mesi estivi nel segno di una sostanziale tenuta (0,1%). “In un quadro di prezzi in discesa, con tassi bassi previsti ancora a lungo si creano le condizioni per un ritorno d’interesse verso il mattone, soprattutto per chi è intenzionato ad acquistare la prima casa – sostiene Vincenzo De Tommaso, ufficio studi Idealista.it – ma questi timidi segnali di ripresa rischiano di essere subito disattesi dalla cronica instabilità del Paese che si riflette negativamente sul mercato del lavoro e sul potere d’acquisto delle famiglie italiane. Tutto questo allontana la ripresa del mattone anche se l’aumento della quantità di immobili di qualità immessi sul mercato rende questo momento propizio per esplorare”.