1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Case: il mercato nelle città del Carnevale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come è il mercato immobiliare nelle città che ospitano le principali manifestazioni del Carnevale italiano? La risposta è arrivata da Tecnocasa che ha analizzato il mercato delle case di Viareggio, Fano e Ivrea.
Il Carnevale di Viareggio è uno degli eventi più famosi in Italia, capace di attrarre un notevole numero di persone. In questo contesto il mercato immobiliare sembra risentirne positivamente, seppur in misura non particolarmente considerevole. Approfittando delle celebrazioni del Carnevale, ci sono turisti che si avvicinano al mercato della seconda casa su Viareggio per cercare un punto d’appoggio per trascorrere i weekend o le vacanze. Si tratta prevalentemente di pratesi e fiorentini (accanto a cui ci sono anche torinesi e lombardi), che si orientano su bilocali e trilocali su cui spendere non oltre 110-120 mila euro. In generale, le quotazioni immobiliari di Viareggio hanno subito un calo. Nonostante la domanda sia buona, l’offerta sul mercato è notevole e spesso i prezzi sono ancora alti, determinando maggiore riflessività da parte dei potenziali acquirenti.
Il Carnevale di Fano è un evento che attira numerosi visitatori che arrivano prevalentemente dalle zone limitrofe per partecipare alla manifestazione. Si tratta di persone che soggiornano presso le strutture alberghiere della zona e di proprietari di una casa vacanza che la utilizzano nei giorni dell’evento. Il mercato della seconda casa a Fano e nella zona che da Fano si sviluppa verso Senigallia (Marotta, Torrette) è meno dinamico rispetto al passato, ma tende comunque ad attirare potenziali acquirenti che arrivano da Emilia Romagna, Lombardia e Umbria. Chi è alla ricerca della seconda casa investe cifre medie di 100-120 mila euro per acquistare bilocali (a Fano) e trilocali ( a Torrette e Marotta), vicini al mare.
Le manifestazioni legate allo “Storico Carnevale di Ivrea non sembrano avere effetti sul mercato immobiliare, i cui prezzi sono in ribasso. A comprare negli ultimi mesi famiglie, spesso di giovane età, che lasciano una situazione d’affitto per la proprietà di un immobile. La capacità di spesa non supera i 100 mila euro. Nel Centro storico di Ivrea si acquistano bilocali per investimento su cui impiegare mediamente 40-50 mila euro e da affittare a 250-300 euro al mese.