Case, calano i prezzi ma non aumentano le compravendite

Inviato da Redazione il Ven, 14/09/2012 - 17:18
Calano i prezzi degli immobili, ma ciò non invoglia gli italiani ad acquistare. E' quanto emerge da un recente rapporto dell'Ufficio Studi di Gabetti, che evidenzia come nel primo semestre i prezzi siano in lieve flessione nelle grandi città (da -1 a -5% per arrivare a -10% nei centri abitati più piccoli), ma come siano in calo le previsioni delle compravendite entro la fine del 2012. La flessione e' estesa a tutte le aree geografiche: il Sud e il Centro hanno perso rispettivamente il -20,4% e il -20% mentre il Nord si è contratto del 18,9%.
Nei primi sei mesi dell'anno il mercato residenziale ha risentito del contesto economico globale in maniera significativa. In particolare, le difficoltà sono legate alla difficoltà di accesso al credito, che fa sì che, nonostante la disponibilità di case a basso prezzo, ci sia un'effettiva incapacità di acquisto che impedisce di approfittarne. La domanda dei mutui ha infatti subito un calo generale, il 44% secondo dati Crif.
COMMENTA LA NOTIZIA