Casazza: “Revisione Pil Us positiva, ma niente scosse”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dato sul Pil ha un valore positivo soprattutto con riferimento alla sua composizione interna, tuttavia da esso non è possibile prevedere scossoni al mercato. E’ questo in sintesi il giudizio di Emma Casazza, economista per Gdp Sim, sulla revisione verso l’alto che ha interessato il Pil statunitense relativo ai primi tre mesi del 2005. “Il dato – ha chiarito l’economista – ha presentato un miglioramento della bilancia commerciale e soprattutto un aumento dei consumi personali, sorretti con tutta probabilità dal miglioramento del mercato del lavoro. Da rilevare poi la nuova crescita delle spese del settore residenziale e il calo della spesa governativa che ha registrato un -0,2%”. Ma l’economista intravede anche buone prospettive per il trimestre in corso: “La diminuzione delle scorte, passate in valore da 80 a 68,4 è in prospettiva buono per il secondo trimestre, lasciando ipotizzare la necessità di un aumento della produzione, che si rifletterebbe positivamente sul Pil trimestrale”.