1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cartello sul carburante per i jet, supermulta Antitrust ai petrolieri

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Antitrust fa cadere una tegola da 315 milioni e 430 mila euro su sei compagnie petrolifere. Eni, Esso, Kuwait, Shell (e Shell Iav succeduta a Shell dal dicembre 2004), Tamoil e Total si sarebbero divise il ghiotto settore dei rifornimenti negli aeroporti, il cosidetto jet fuel. Secondo l’Autorità guidata da Antonio Catricalà “l’intesa ha avuto per oggetto ed effetto la ripartizione del mercato e l’impedimento all’accesso di nuovi operatori”, compresi quei vettori da tempo intenzionati a rifornirsi da soli, aggirando i rifornimenti dei gruppi più noti. I sei marchi avrebbero quindi realizzato “un intenso e continuato scambio di informazioni” anche attraverso l’attività di alcune aziende di proprietà comune come Hub, Par, Ram, Rai (già Raf), Disma e Seram, che come sottolinea l’Authority, “svolgono attività di stoccaggio e messa a bordo del carburante”.