Il caro-petrolio, l'inflazione e la stretta dei tassi fanno paura anche in Australia

Inviato da Redazione il Gio, 12/06/2008 - 11:48
La fiducia dei consumatori in Australia va a picco. Colpa della benzina e dei prezzi altissimi raggiunti, dei timori di una crescita dell'inflazione con la conseguente stretta dei tassi. L'indice di fiducia dei consumatori, misurato mensilmente dal Melbourne Institute e dalla grande banca Westpac, è crollato ai minimi degli ultimi 16 anni a questa parte: a maggio si è attestato al 5,6% a 84,7 punti, il più basso dal 1992, quando l'Australia emergeva da una grave recessione.
COMMENTA LA NOTIZIA