Per Carige niente ricapitalizzazione. Nel 2011 attesi conti in crescita, contesto resta difficile

Inviato da Micaela Osella il Lun, 02/05/2011 - 11:56
Quotazione: BCA CARIGE
Nel corso dell'assemblea che ha approvato il bilancio 2010 il management di Banca Carige ha annunciato di non vedere alcuna necessità di aumenti di capitale nel breve termine. L'ipotesi verrà presa in considerazione solo nei prossimi anni, qualora se ne ravvisasse la necessità. Il nuovo Piano Industriale triennale sarà approvato tra maggio e giugno e l'obiettivo di Core Tier 1 ratio si attesterà all'8%, da raggiungere attraverso la conversione del POC 2010-15 e la generazione interna di risorse. Per quanto riguarda i risultati nel 2011 sono attesi in crescita nel 2011 e un leggero miglioramento anno su anno è già emerso dalle risultanze del primo trimestre, ma in un contesto che resterà comunque difficile. Come osserva Luca Comi nel report uscito questa mattina Banca Carige non rivedrà le proprie strategie finanziarie, anche a fronte dei numerosi aumenti di capitale annunciati da banche di medio-grandi dimensioni. "Il Core Tier 1 ratio di gruppo si attestava al 6% a fine 2010", ricorda l'esperto, segnalando che la conversione del POC 2015 avrebbe un impatto positivo sui
capital ratios per 110 punti base, ma attualmente lo strumento è out-of-the-money.
COMMENTA LA NOTIZIA