Carige: derivati, non esistono "buchi" nel bilancio

Inviato da Luca Fiore il Mar, 10/09/2013 - 19:07
Quotazione: BCA CARIGE
Banca Carige in relazione alle notizie pubblicate nei giorni scorsi dai giornali, ha emesso una nota per precisare che "la gestione e la contabilizzazione delle operazioni in derivati è sempre avvenuta in modo trasparente e coerente con le normative". "Si precisa ancora che, contrariamente a quanto diffuso da alcuni organi di stampa, Banca Carige non ha in essere posizioni rilevanti in derivati di natura speculativa, tanto meno derivati strutturati a leva su titoli di stato italiani".

La citata posizione di 7 miliardi di euro, "fa riferimento ad investimenti in titoli di stato italiani da parte del Gruppo Bancario, in gran parte anch'essi coperti con derivati che proteggono dal rischio di tasso". Per quanto riguarda le differenze valutative rilevate dall'Organo di Vigilanza sui derivati, "sono originate da motivazioni di natura tecnica e sono di limitata entità".

Attualmente la posizione di liquidità, precisa la banca, "si mantiene su livelli più che adeguati, che attualmente ammontano complessivamente a 4,5 miliardi di euro". Infine la società ribadisce di essere impegnato nel piano di rafforzamento patrimoniale da 800 milioni.
COMMENTA LA NOTIZIA