1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cardia, dubbi sulla vendita di Snam

QUOTAZIONI Snam
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Sono società fondamentali per la vita del nostro paese, non possono essere lasciate completamente aperte al mercato e a soggetti che in casa loro hanno normative molto rigide”. Con queste parole il presidente di Consob Lamberto Cardia ha allargato il fronte dei contrari alla separazione tra Snam e Eni. Il riferimento di Cardia è alle parole di Antonio Catricalà, presidente dell’Antitrust, che qualche giorno fa aveva detto di attendere l’evoluzione del contesto europeo prima di procedere all’ulteriore passo di separare Snam dall’operatore dominante Eni. A favore di una strategia attendista sull’evoluzione del settore a livello comunitario si sono schierati anche il ministro per lo Sviluppo Economico Samuele Bersani e il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo. Comunque verrà presentato al consiglio dei ministri un decreto da parte del ministero dell’Economia in cui si impone un termine di 24 mesi all’Eni per scendere sotto il 20% di Snam. Ma l’unica alternativa percorribile sarebbe di trovare un azionista pubblico al posto di Eni per il pacchetto pubblico di Snam.