Capitalia strizza l’occhio alla speculazione, titolo ben comprato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Capitalia spicca a Piazza Affari. Il titolo del gruppo romano sale dell’1,35%, scambiando a quota 6,93 euro. A spingere in alto le quotazioni dell’azione è ancora una volta il risiko bancario. Una carta che ultimamente sta giocando spesso Capitalia al centro delle dichiarazioni sia del presidente di Banca Intesa, Bazoli, sia del numero uno di Abn Amro, Rijkman Groenink. Proprio ieri il top manager olandese ha mandato un segnale chiaro al mercato, rilanciando una possibile fusione sull’asse Amsterdam-Roma: “se il cda di Capitalia ci proponesse un piano industriale lo valuteremo”. Poi Groenink ha subito corretto il tiro: “E’ una situazione molto teorica. Sostengo il piano attuale. Quando ci sarà qualcosa di nuovo sul tavolo, prenderò posizione su quello”. L’ipotesi appena ventilata ha acceso subito la voglia di M&A degli operatori. Anche se non manca qualche operatore di mercato malizioso che oggi fa notare che se invece gli olandesi decidessero di uscire da Capitalia si troverebbero in mano una plusvalenza significativa.