Capitalia: il patto resta fermo su quota e strategie

Inviato da Maurizio Cappelletti il Gio, 16/11/2006 - 10:33
Quotazione: CAPITALIA
Il patto di sindacato di Capitalia resta al 31% del capitale, il cda a 20 membri. Nonostante l'appello ad abbandonare la strategia stand alone rivolto da Abn Amro, l'istituto romano non si è mosso dalle posizioni dei propri vertici. In apertura della riunione di ieri, il presidente Cesare Geronzi ha infatti ribadito la linea già espressa dall'ad Matteo Arpe in occasione della presentazione dei conti. Capitalia continuerà, come negli ultimi cinque anni, a crescere e a generare valore per linee interne, mentre, per quanto riguarda le fusioni, la banca non resterà a guardare. Il patto "ha espresso la piena condivisione circa l'esigenza di proseguire sulla strada della crescita interna tenendo una costante attenzione a un contesto esterno per cogliere prontamente le opportunità che si dovessero presentare", ha detto il presidente Vittorio Ripa di Meana. Una linea che, stando alle comunicazioni ufficiali, non registra dissensi né incertezze. Anche se, in realtà, la decisione presa ieri di non allargare la quota di capitale del patto e di confermare l'attuale top management, dimostra che la partita con gli olandesi non è affatto chiusa. Non a caso la scelta di congelare gli attuali equilibri è stata dettata proprio da Abn.
COMMENTA LA NOTIZIA