Capitalia, per Goldman Sachs il bello deve ancora arrivare

Inviato da Redazione il Ven, 25/02/2005 - 12:05
Capitalia passa la prova di Goldman Sachs. La banca ha riportato risultati superiori a quanto il broker si aspettasse a livello operativo, grazie al buon recupero delle commissioni e NII e al controllo dei costi. "La qualità degli asset ha continuato a migliorare e questo sorprende, considerando la crescita dei volumi e qualche segnale di deterioramento emerso dal resto del settore", si legge nella nota uscita oggi e raccolta da Spystocks. "Quello che maggiormente ci piace di questa storia di investimento è la molteplicità di opzioni per un incremento delle nostre stime di utile per azione ancora inesplorate da noi e dal consensus, soprattutto per quanto riguarda il recupero delle attività retail". In effetti "l'opzione di tagliare i costi resta un jolly da giocare se il quadro macro peggiora", scrive l'analista che ha firmato il report. "Noi e il consensus non abbiamo incluso nessun significativo potenziale storno da parte di Archon che al momento sta lavorando su 3 miliardi di NPL. Il management ha dato una guidance per un tax rate al 40% per il biennio 2005-2006, sotto il consensus. Con un Tier 1 al 7,3%, il management sta rispondendo ai orsi con i fatti", continua la nota. Gli analisti di Goldman Sachs hanno messo le stime sotto revisione. Il broker resta buyer su Capitalia, con il giudizio outperform (titolo che farà meglio del mercato).
COMMENTA LA NOTIZIA