1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Capitalia e CrFirenze ad alta quota, Fiat sotto i 21 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A farla da padrone sul listino milanese anche quest’oggi è stato il tema trimestrali. Tra gli altri, hanno rilasciato i conti Saipem (+1,02% a 22,68 euro), Edison (+1,55% a 2,231 euro) e Terna (-1,61% a 2,746 euro), mentre ieri era stata la volta di Generali (+1,88%), ben gettonata soprattutto per aver preannunciato una revisione dei target al 2008. Non è andata così bene a Mediaset (-1,45%), colpa della delusione raccolta pubblicitaria. Hanno fatto compagnia al titolo del Biscione, Fiat (-1,04% a 20,94 euro), su cui sono scattate fisiologiche prese di beneficio, e Telecom Italia (-1,32% a 2,086 euro), ormai priva di appeal con il passaggio del controllo da Pirelli alla cordata banche-Telefonica. Al contrario, hanno corso molto le banche di Piazza Affari, in particolar modo Capitalia (+4,16% a 7,137 euro) sostenuta dal ritorno di voci su un possibile coinvolgimento della banca in operazioni M&A. La pretendente tirata in ballo questa volta è stata Unicredit (+1,03% a 7,638 euro). In realtà, alla base del rally messo a segno nel pomeriggio dell’istituto romano ci sarebbe la richiesta di un “provvedimento disciplinare esemplare” da parte del presidente, Cesare Geronzi, dei dipendenti di Capitalia che hanno partecipato al clamoroso sit-in del 22 febbraio scorso contro l’uscita coatta dell’Ad, Matteo Arpe. Sul Midex, invece, è sempre stata una banca a correre più di tutti, CrFirenze (+7,36%). Tra i piccolini, infine, si sono messi in evidenza Exprivia (+10,86%%), la migliore di tutta Milano, e, come al solito, i titoli del comparto idrico, quindi Mediterranea Acque (+4,85%) e Acque Potabili (+4,87%).