Capitalia: Centrosim non esclude mossa aggressiva di Abn, ma ora prudenza

Inviato da Micaela Osella il Mar, 31/10/2006 - 10:05
Quotazione: CAPITALIA
La speculazione, si sa, è dura a morire. Nonostante le smentite ufficiali di Banco Santander, il titolo Capitalia ha registrato ieri un'impennata del prezzo e, soprattutto, dei volumi, con ben 75 milioni di titoli scambiati pari al 2,9% del capitale della banca. "Il mercato continua a ragionare sulle ipotesi più svariate, alimentate dalla struttura azionaria della banca: dall'OPA da un istituto straniero a un'integrazione con Banca Antonveneta promossa dal comune azionista Abn Amro, a un riavvicinamento
a Banca Mps, al possibile ingresso di Generali nel patto di sindacato", spiegano nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com gli analisti di Centrosim. In particolare "il mercato sta scommettendo soprattutto sul desiderio di Abn Amro di contare di più nella governance della banca", precisano alla sim milanese, argomentando che: "gli olandesi hanno una sorta di potere di veto sulle decisioni del patto, ma pesano molto poco nel cda". A metà novembre il patto si riunirà per definire la lista da presentare in assemblea per il rinnovo del board. "E' possibile", riprende l'esperto di Centrosim, "che il mercato ritenga plausibile una mossa più aggressiva degli olandesi, nel caso in cui non riescano a ottenere una più significativa
rappresentanza in cda". Nell'attesa che si faccia chiarezza gli esperti di questa sim confermano il giudizio neutral su Capitalia indicando un target price a 7,3 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA