1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Capitalia: arriva la rivoluzione Arpe

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Completa la rivoluzione dentro Capitalia. Il piano industriale presentato ieri inizia con il rinnovo del patto di sindacato-scadenza prorogata al 2008 e ingresso della Fondazione Banco di Sicilia- e finisce con l’apertura di nuovi sportelli e la riorganizzazione dell’offerta nelle filiali. Nel mezzo ci sono le fusioni con Fineco e Mcc, i cambi nel top management e l’allargamento del cda a 21 elementi. “Nessuna pietra sarà lasciata al suo posto”, ha scritto Matteo Arpe nella sua chilometrica presentazione. Confermate le indiscrezioni: ci sarà la l’incorporazione di Fineco e Mcc. Il 53,7% della ex stella della new economy viene valutato 1,3 miliardi, che saranno pagati con azioni Capitalia di nuova emissione secondo un concambio di 5 azioni della capogruppo ogni 3 Fineco. Per la banca d’affari Mcc, non quotata, la valutazione del 21,6% è di 354 milioni, che frutterà ai possessori 11 azioni Capitalia ogni 3 Mcc possedute. Un’operazione carta contro carta che sarà completata tra settembre e novembre e che accrescerà la capitalizzazione del gruppo a 12 miliardi.