Capitalia ancora in corsa, questa volta a spingere e' la trimestrale

Inviato da Redazione il Ven, 24/02/2006 - 10:47
Capitalia non ne vuole sapere di imboccare la via dei ribassi e del profit taking all'interno dell'S&P/Mib. Il titolo della banca romana infatti al momento prende il 2,71% attestandosi a quota 6,515 euro, con un massimo intraday già pari a 6,56 euro e volumi che già si attestano sui 30 milioni di pezzi (media giornaliera dell'ultimo mese pari a 26,8 milioni circa). A spingere l'azione questa mattina sono l'uscita dell'ultima trimestrale riferita al 2005 e la presentazione dei risultati di questa mattina alla comunità finanziaria, da parte dell'amministratore delegato, Matteo Arpe. Il consiglio di amministrazione di Capitalia ha approvato la relazione trimestrale consolidata al 31 dicembre del 2005, che ha mostrato un utile netto più che triplicato a 1.028 milioni di euro. Alla luce del risultato registrato, in sede di approvazione del bilancio per l'esercizio 2005, riunione prevista per il prossimo 20 marzo, Arpe intende proporre la distribuzione di un dividendo di 0,20 euro per azione, pari a un rendimento di circa 3,5% della media dei corsi degli ultimi 30 giorni e 2,5 volte il dividendo distribuito l'anno scorso. La stampa finanziaria inoltre questa mattina parla di Capitalia come "crocevia del riassetto bancario italiano". Mentre infatti resterebbe congelata un'unione di forze con Intesa, negli ultimissimi giorni sono circolati con particolare insistenza i nomi di SanPaolo Imi e di Mps.
COMMENTA LA NOTIZIA