Capaldi: “Vendite Us trainate dai beni non durevoli”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Il dato si è rivelato sicuramente al di sopra delle stime, soprattutto con riferimento all’indicatore al netto delle auto. Quest’ultima componente ha infatti mostrato una variazione negativa dell’1,3%. E’ positivo soprattutto che le vendite di beni non durevoli abbiano mostrato una certa forza”. Così si è espresso Sergio Capaldi, economista sugli Usa per Banca Intesa, sul dato sulle vendite al dettaglio di novembre. L’economista a tal proposito ha citato un altro aggregato in grado di misurare l’evoluzione dei non durevoli, ossia le vendite ex auto e building materials, che hanno registrato una crescita dello 0,4%. Capaldi ha infine concluso che molto difficilmente i consumi privati del quarto trimestre potranno essere superiori a quelli del terzo per la fine degli incentivi sull’auto, che negli scorsi mesi avevano sostenuto la parte più volatile del dato, quella dei durevoli, componente che si sta stabilizzando.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Consumi: spesa per benzina e gasolio cresce nel I trimestre (CSP)

Nel mese di marzo gli italiani hanno sborsato 4,7 miliardi di euro per l’acquisto di benzina e gasolio auto. Si tratta di un incremento del 14,4% rispetto allo stesso mese del 2016, corrispondente ad una maggiore spesa di 591 milioni. Una crescita ch…

BORSA ITALIANA

UniCredit aggrava il passivo giornaliero, -2% a 15,22 euro

Da poco scoccato mezzogiorno UniCredit aggrava il ribasso portando il passivo giornaliero a -2,05%, con il prezzo che scivola a 15,22 euro. Ieri il titolo ha avviato una correzione ribassista dopo il veloce allungo registrato nelle sedute di lunedì e…