Capaldi: "il deficit Us modifica le attese del mercato valutario"

Inviato da Redazione il Mer, 12/05/2004 - 15:17
"Il netto incremento del deficit commerciale statunitense non dovrebbe avere grossi impatti sui listini Us, ma porterà, come già sta avvenendo, a un rafforzamento dell'euro nei confronti del dollaro, in considerazione di un riposizionamento delle aspettative conseguente a quella che può essere definita una doccia fredda dopo il rallentamento degli squilibri di cassa Us in marzo". E' questo il giudizio di Sergio Capaldi, economista sugli Usa a Caboto, che ha aggiunto come la bilancia commerciale Us abbia risentito di un peggioramento del saldo soprattutto nei confronti di Cina, Giappone e Europa, con un incremento delle importazioni del 4,6% e una crescita più contenuta delle esportazioni, sostenuta però da un'ottima domanda estera nel settore telecomunicazioni.
COMMENTA LA NOTIZIA