Capaldi: “Dato Us positivo ma influenzato da componente gasoline”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Si tratta indubbiamente di dati buoni, specie al netto della componente auto, ma occorre considerare il peso della variazione dei prezzi delle benzine. Il dato è infatti calcolato in termini nominali e ha quindi beneficiato dell’incremento dei prezzi dei derivati del petrolio registrato in ottobre”. Così si è espresso Sergio Capaldi, economista sugli Usa per Banca Intesa, con riferimento al dato sulle vendite al dettaglio di ottobre negli Stati Uniti. Capaldi ha poi esaminato le componenti dell’indicatore rilevando i positivi segnali giunti dalle vendite nei centri commerciali, cresciute dello 0,9%, ed evidenziando che non si riscontrano effetti della ricostruzione post uragani, con le vendite di materiali da costruzione in calo dell’1,1% e quelle di mobilio in crescita solo di un ridotto 0,3%. Dopo l’ottimo dato di settembre è invece risultato negativo il contributo delle vendite di prodotti elettronici, scese dello 0,1%.