1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Capaldi: “Il dato record sulla trade balance non influenzera’ il mercato”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Si assiste a un deterioramento della bilancia commerciale americana che sta avendo il suo effetto maggiore sul mercato valutario, con l’euro che si sta apprezzando nei confronti del dollaro, e solo in misura minore sull’obbligazionario. Da rilevare in particolare l’allargamento del deficit riguardante i prodotti tecnologici. L’espansione del passivo è stata generalizzata verso tutte le aree geografiche, ma ha visto i suoi picchi verso i paesi del Pacifico e quelli Opec, minore invece il peso dell’area euro. Tuttavia bisogna aggiungere che i dati sulla trade balance non hanno un grosso impatto sui mercati perchè giungono con due mesi di ritardo e pertanto gli operatori desumono le dinamiche da altre vatriabili”. Questo il giudizio di Sergio Capaldi, economista sugli Usa per Banca Intesa, sul dato record sul deficit della bilancia commerciale statunitense. Guardando ai prezzi alle importazioni Capaldi ha invece fatto notare come nonostante il ridotto +0,2% il tasso tendenziale annuo di crescita sia pari al 7%, evidenziando un effetto sui prezzi. In termini reali comunque il passivo della bilancia commerciale ha visto un progresso da 54,2 a 55,1 miliardi. Capaldi ha poi concluso chiarendo che anche con la crescita di oggi le jobless claims si mantengono fondamentalmente in linea con la media mobile a 4 settimane, rimanendo coerenti con una dinamica dell’occupazione che a partire dall’estate ha conosciuto un indebolimento.