Caos a Londra: 9 esplosioni, 50 morti e città nel caos

Inviato da Redazione il Gio, 07/07/2005 - 13:01
Nel giorno in cui l'Inghilterra e Londra erano sotto i riflettori di tutto il mondo per l'inizio del G8 a Edimburgo, e dopo aver portato a casa il successo dell'organizzazione delle Olimpiadi del 2012, Londra è stata colpita da una serie di esplosioni che hanno letteralmente sconvolto la vita cittadina. Nove le esplosioni inizialmente contate dagli inquirenti, sei nella metropolitana e tre sugli autobus. Una serie impressionante che avrebbe causato almeno 50 morti secondo una prima stima governativa, ma con i feriti il numero delle persone colpite salirebbe di molto. Scotland Yard ha ipotizzato un attacco terroristico: una possibilità che si fa via via più concreta dopo le prime indiscrezioni circa il ritrovamento di tracce di esplosivo vicino ai luoghi colpiti. La polizia investigativa ha anche fatto il nome di Al Quaeda, dopo che gli indipendentisti dell'Ira si sono detti estranei ai fatti. Al momento la circolazione nella capitale inglese è bloccata e la municipalità ha invitato i cittadini a non uscire.
Pesanti le conseguenze in Borsa, dove la volatilità è scihizzata e gli scambi sono rarefatti: il Footsie cede il 3,59%, il Dax a Francoforte lascia sul campo il 3,13%, il Cac a Parigi il 3,58% e l'S&P /Mib il 3,83% dopo essere arrivato anche sotto il -4%. Rendimenti del Bund in forte rialzo, così come in rialzo è partito anche l'oro. Sul fronte valutario sterlina sotto pressione contro l'euro. A Wall Street attese per un'apertura in profondo rosso con l'S&P future che cede al momento l'1,8% e il Nasdaq future che viaggia a -2%.
COMMENTA LA NOTIZIA