1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Canone Rai in bolletta permetterà di recuperare 420 milioni da evasione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
L’addebito nella bolletta elettrica del canone Rai permetterà a viale Mazzini di recuperare circa 420 milioni grazie all’abbattimento del tasso di evasione. E’ la stima elaborata dall’area Ricerche & Studi di Mediobanca. Alla luce di quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 2016, dal prossimo anno il canone Rai sarà addebitato in bolletta e scenderà da 113,5 euro a 100 euro. Calcolando un’evasione scendere drasticamente al 5% (pari a quella inglese) la Rai diventerebbe il primo gruppo televisivo italiano per ricavi oltre quota 2,8 mld di euro considerando la pubblicità, non distante dai 3 miliardi di France televisions. 
In Italia il basso Canone Rai è compensato dalla pubblicità che invece manca nella BBC e nella RTVE, mentre risulta limitata per quantità e fasce orarie in Germania e Francia. 
Canone Rai il più basso d’Europa, ma evasione record del 30,5% 
Il rapporto Mediobanca segnala come il canone della tv pubblica italiana, anche prima della riduzione in vigore dal 2016, è in termini assoluti il più basso tra i maggiori Paesi europei: 113,50 euro contro i 215,8 della Germania, i 175,3 euro del Regno Unito e i 133 euro della Francia. 
Di contro in Italia quasi una famiglia su tre non paga il canone Rai. Nel 2014 il tasso di evasione risulta del 30,5%, decisamente più alto rispetto al resto delle televisioni pubbliche europee. Nel Regno Unito è pari al 5%, ed è praticamente assente in Francia e Germania (1%). L’evasione è aumentata rispetto al 2013, quando era pari al 26% circa, e raggiunge picchi compresi tra il 37 e il 40% nelle isole e al Sud. A Nord l’evasione si ferma al 26% e si toccano livelli minimi in Alto Adige (18%) e in Friuli (20%), ma la città di Milano è tra quelle con un tasso di evasione più alto, pari al 42% e superiore a quello di Roma, dove si ferma al 38%. Le province con il più alto tasso di evasione sono Crotone (56%), Napoli (55%) e Catania (53%).

Consumatori reclamano ulteriore sforbiciata del Canone 
“I calcoli di Mediobanca sono in linea con quelli dello studio UNC e dimostrano che i 100 euro chiesti per il canone Rai sono decisamente troppi. Il maggior gettito di 420 milioni attesta che il canone dovrebbe scendere a 77 euro come sostenuto dalla nostra associazione fin dall’inizio, o al limite, mantenendo un margine di evasione del 5%, a 81 euro” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.