1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Canone Rai in bolletta: c’era spazio per discesa fino a 80 euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il canone Rai dal prossimo anno si pagherà in bolletta comportando una conseguente diminuzione dell’importo da pagare. Nel 2015 ammontava a 113,5 euro ma, con la nuova modalità di pagamento introdotta dalla Legge di Stabilità 2016, scenderà progressivamente portandosi a 100 euro per il 2016 e a 95 euro per il 2017.

In uno studio effettuato da Stefano da Empoli e Gloria Marcotullio di I-Com Energia, riportato quest’oggi dal Sole 24 Ore, si spiega che gli importi da pagare nei prossimi anni per il canone Rai avrebbero dovuto essere inferiori, ovvero circa 80 euro. Il gettito che incasserà Rai attraverso un canone di 100 euro, infatti, sarà di gran lunga più elevato di quello incassato nel 2014, portandosi da 1,59 miliardi di euro a oltre 2,5 miliardi di euro.

La Rai avrà un incasso più cospicuo, grazie ad una minore evasione e al bacino di utenze molto elevato che caratterizzano il mercato elettrico. La stima di I-Com si basa infatti su un’evasione del 10% con il pagamento agli operatori elettrici di un aggio del 2 per cento.

Considerando che nel 2014 il 25% dei contribuenti potenziali non ha pagato il canone Rai, e che invece i morosi delle bollette elettriche sono solo il 5%, la cifra che incasserà la Rai sarà quindi ben superiore da quella dello scorso anno.

Anche con un canone di 80 euro si avrebbe un gettito in ogni caso superiore a quello del 2014, ovvero di 2,03 miliardi di euro con un tasso di evasione al 5% e di 1,83 miliardi di euro con un tasso di evasione al 10%.