1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Campari: utile netto prima delle imposte balza del 52,7% nei nove mesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Campari ha annunciato di avere archiviato i primi nove mesi dell’anno con un utile netto prima delle imposte in progresso del 52,7% a 178,5 milioni di euro, mentre le vendite nette del gruppo sono state pari a 1.144,7 milioni, in aumento del +7,9%. In una nota la società guidata da Bob Kunze-Concewitz ha sottolineato che “la crescita organica delle vendite è stata pari a +2,5%, trainata dai brand a priorità globale (+7,1%), e mitigata dagli effetti negativi della forte contrazione delle vendite nei mercati a minore marginalità e dalla contrazione delle vendite del business non-core dello zucchero in Giamaica”. Da gennaio a settembre Campari ha visto l’Ebitda prima di oneri e proventi non ricorrenti attestarsi a 254,7 milioni con un progresso del 14,4% (+4,3% crescita organica). Il terzo trimestre dell’anno si è concluso con vendite nette che sono cresciute del 3,3% a 386,8 milioni di euro, mentre l’utile pre-tasse è stato pari a 65,5 milioni contro i 25,9 milioni registrati nell’analogo periodo nel 2014.

“Guardando al futuro, siamo in linea rispetto al conseguimento di uno sviluppo positivo del business nell’anno – ha dichiarato Bob Kunze-Concewitz, numero uno del gruppo – Ci aspettiamo che il trend di miglioramento della marginalità operativa evidenziato nei primi nove mesi, possa continuare nella restante parte dell’anno”. E conclude: “Complessivamente, nonostante l’accresciuta debolezza in alcuni mercati emergenti, ci aspettiamo un quadro equilibrato in termini di rischi e opportunità per la restante parte dell’anno”.