Campari, il grafico ha generato un nuovo segnale di vendita

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 11/01/2012 - 14:53
Quotazione: CAMPARI
La seduta odierna di Campari è all'insegna di una pesante flessione per il gruppo milanese. Le vendite stanno causando un serio deterioramento grafico: il titolo ha infatti violato al ribasso i supporti dinamici offerti dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 17 novembre e del 15 dicembre. Il segnale di vendita fa seguito ad un'altra indicazione ribassista giunta con il cedimento dei supporti statici di breve posti a 5,16 euro. In un contesto in cui le medie mobili di breve/medio e lungo periodo risultano incrociate negativamente, l'indicazione assume maggior valore se si tiene conto che lo scorso 14 novembre il titolo aveva violato al ribasso la linea di tendenza di lungo periodo. Il riferimento è alla linea di tendenza tracciata con i minimi del 3 marzo 2009 e del 9 agosto 2011. In genere violazioni di trendline così significative sono elementi tecnici in grado di segnalare l'inversione del trend, in questo caso con il passaggio dalla tendenza rialzista a quella ribassista. A livello prettamente grafico, movimenti come quelli che hanno caratterizzato i corsi di Campari da metà novembre in poi rientrano in una particolare categoria di figure di continuazione chiamata bandiera. La rottura odierna potrebbe quindi sancire una decisa ripresa delle pressioni di vendita. Partendo da questi presupposti, ingressi in vendita a 5,16 euro avrebbero target intermedio a 4,86 euro e finale a 4 euro. Lo stop invece scatterebbe con accelerazioni oltre i 5,40 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA