Campari: Equita ottimista su possibile aumento dazi all'import su vini italiani in Russia, +0,44% sul Ftse Mib

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 04/07/2011 - 09:46
Quotazione: CAMPARI
Campari sotto i riflettori a Piazza Affari, dove in questo momento segna +0,44% a quota 5,67. Dalle colonne del Sole 24Ore di domenica è emerso che il governo di Mosca avrebbe stabilito che il valore di base alla dogana dei vini italiani, su cui calcolare poi tutte le accise, d'ora in poi non sarà più il costo di produzione indicato dall`azienda ma un valore fisso di 2,12 euro al litro, contro gli 1,22 euro per i vini francesi e spagnoli. Inoltre, sempre secondo l'articolo, questa mossa farebbe aumentare il prezzo al dettaglio dei vini del 30 per cento. "Se questo fosse confermato - spiegano gli analisti di Equita nella nota raccolta da Finanza.com - non escluderemmo un impatto negativo sui volumi di vendita, per quanto contenuto, se si guarda all'aumento del prezzo in valore assoluto. In vista di un update del target price, crediamo che il titolo, con prospettive di crescita ormai anche superiori a quelle dei concorrenti (tasso di crescita dell'Eps per il 2011-12 +16%, contro il +12% di quello dei peers), minore leva finanziaria e risparmi fiscali sul goodwill sostenibili, meriti di trattare almeno in linea con i competitors in termini di Ev/Ebitda", concludono gli esperti, mantenendo la raccomandazione buy e target price a 5,7 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA