Campari debole a Piazza Affari. Nomura riduce stime Ebit 2014-2015 e target price

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 13/11/2014 - 10:37
Quotazione: CAMPARI
Campari sottotono a Piazza Affari all'indomani della presentazione dei risultati dei primi nove mesi. Il titolo sul Ftse Mib segna un calo dello 0,66% a 5,23 euro. Questa mattina gli analisti di Nomura hanno confermato il loro giudizio neutral, abbassando però del 10% il target price da 6,1 euro a 5,50 euro. A loro dire, il margine lordo potrebbe risultare negativo sull'intero esercizio anche a causa della pressione dei prezzi e così hanno ridotto le loro stime sull'Ebit 2014 del 3% e quelle sull'Ebit 2015 dell'1%. Per gli esperti, Campari rimarrà un "consolidatore" attivo nel settore oltre il medio termine. Tuttavia, con già due contratti chiusi quest'anno (Forty Creek e Averna) e un rapporto debito/Ebitda di 2,9 volte, l'azienda per il broker giapponese dovrebbe concentrarsi su queste integrazioni prima di guardare ad altre acquisizioni.

Il gruppo attivo nel beverage ha riportato nei nove mesi ricavi per 1.060,5 milioni, in crescita dello 0,8% rispetto ai primi nove mesi del 2013 e con un +1,7% nel terzo trimestre. L'ebitda prima di oneri e proventi non ricorrenti risulta in calo del 2,8% a 222,7 milioni, mentre l'ebit è sceso del 2,5% a 193,7 milioni. L'utile netto del gruppo prima delle imposte risulta di 116,9 milioni, in calo del 21,8%. Il debito finanziario netto risulta pari a 1.035 milioni dagli 852,8 milioni al 31 dicembre 2013.
COMMENTA LA NOTIZIA