Camfin: nuovo patto parasociale di 4 anni tra Tronchetti Provera, Clessidra, Intesa Sanpaolo e Unicredit

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 05/06/2013 - 11:27
L'Opa della newco Lauro sessantuno sarà finalizzata al delisting delle azioni Camfin e, ricorrendone le condizioni, all'accorciamento della catena tramite fusione tra Newco e Camfin stessa. Così recita una nota. Nell'operazione, Clessidra, Intesa Sanpaolo e UniCredit investono inizialmente per cassa nel capitale di newco, rispettivamente, 91 milioni, 41 milioni e 41 milioni di euro, che potranno aumentare rispettivamente fino a un massimo di 150 milioni, 115 milioni e 115 milioni di euro in caso di piena adesione all'Opa.

Le intese relative agli assetti di governo di Camfin e primariamente di Pirelli sono state riflesse in un Patto Parasociale che si pone come obiettivo "lo sviluppo e l'accrescimento del valore di Pirelli quale espressione di eccellenza nel contesto dell'industria italiana e internazionale, nonché al ruolo di Marco Tronchetti Provera sia negli indirizzi strategici di Pirelli condivisi sia nella guida gestionale del gruppo". Nel Patto Parasociale viene confermata, per un periodo di quattro anni, la preminenza di Nuove Partecipazioni (controllata in ultima istanza da Marco Tronchetti Provera & C.) nella composizione degli organi di gestione e di controllo, nonché nei comitati di Camfin e Pirelli, nei quali troveranno altresì adeguata rappresentanza le persone designate da Lauro Cinquantaquattro, Intesa Sanpaolo e Unicredit.
COMMENTA LA NOTIZIA