Cambi: Salex, il posizionamento di mercato guida il dollaro

Inviato da Redazione il Gio, 12/01/2006 - 16:13
"Il trade deficit di oggi, diversamente dal solito, non è stato un market mover, così come non lo sono state le altre decisioni della giornata, quelle della Bce e della Banca d'Inghilterra. Lo scarso impatto è stato determinato dalla loro coincidenza con le attese, mentre la motivazione vera dei movimenti dell'ultima ora sulle valute risiede a mio giudizio nell'attuale posizionamento di mercato". Così, Gabriele Vedani dalla sala operativa di Salex, spiega i movimenti odierni del dollaro. Secondo Vedani il cross euro dollaro rimarrà in una fase di range prolungato, con la valuta del Vecchio continente che ben difficilmente nel corso dei prossimi mesi potrebbe ritornare ai massimi segnati nel settembre 2005 a 1,2588.
COMMENTA LA NOTIZIA