Cambi: analisti, si muovono le banche centrali asiatiche

Inviato da Redazione il Gio, 11/11/2004 - 18:09
"Sull'indebolimento strutturale del dollaro incide il graduale disinvestimento delle attività in dollari detenute dalle banche centrali asiatiche, che rappresentano i principali investitori in titoli di stato Usa." Così, secondo un ufficio studi contattato da Spystocks si spiegherebbe il movimento ribassista che sta interessando il dollaro nelle ultime settimane e che oggi sembra essersi frenato. Chiarendo la loro tesi gli analisti hanno aggiunto che: "Le posizioni detenute sui Treasuries sono infatti in netto calo e la motivazione sta in un processo di diversificazione delle riserve valutarie messe in atto in particolare dalla banca popolare cinese in vista della rivalutazione dello yuan, e seguito dalle banche centrali di Hong Kong, Taiwan e Corea, che rischierebbero altrimenti perdite sulle riserve valutarie".
COMMENTA LA NOTIZIA