Cambi: analisti, decisivi i dati macro dei prossimi due giorni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“In caso di ampliamento della fase di apprezzamento del dollaro lo spartiacque è rappresentato da 1,20,la cui foratura al ribasso riproporrebbe il minimo del 2004 a quota 1,176”. E’ quanto prospettano gli analisti di un ufficio studi contattato da Finanza.com con riferimento a un ulteriore rafforzamento del biglietto verde che potrebbe discendere – è opinione degli analisti – da dati americani sulle vendite al dettaglio e sui prezzi al consumo (in pubblicazione rispettivamente domani e dopodomani) più forti del previsto.
“Dati invece più negativi – chiariscono gli analisti – rimetterebbero al centro dell’attenzione il
tema dei deficit gemelli e l’andamento degli acquisti di attività Us da parte di investitori esteri (dato atteso per il prossimo 15 giugno).