1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Calo record del Pil europeo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nei primi tre mesi del 2009 il Pil dell’Eurozona ha registrato una contrazione del 2,5% trimestre su trimestre, la peggiore da quando il dato viene raccolto su base aggregata, ossia dal 1985. Lo si è appreso dalla seconda lettura del Pil diffusa dall’Eurostat. Il dato è in linea con il consensus e con la prima stima flash. E’ stato rivisto al ribasso il dato tendenziale (-4,8% dal -4,6% della prima stima flash).


Intanto i prezzi alla produzione nell’Eurozona sono apparsi ancora in calo ad aprile. La flessione tendenziale risulta del 4,6% con un calo mensile dell’1%. Il consensus era di un calo del 4,5% a/a dal precedente -3,1%.

A fronte della caduta del Pil Ue, oggi si è saputo che l’Australia è diventato uno dei pochi Paesi ad aver evitato la recessione. Nel primo trimestre il Pil australiano è tornato a crescere, con un +0,4% dopo aver mostrato una variazione negativa negli ultimi tre mesi del 2008. Manca quindi il presupposto per una recessione tecnica: due trimestri consecutivi di crescita negativa.