Il calo dei prezzi dei metalli appesantisce il settore minerario a Londra

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Titoli minerari in affanno sulla Borsa di Londra, in scia al calo dei prezzi dei metalli. L’oro scambia sotto i 1.500 dollari all’oncia e anche l’argento ha invertito la rotta dopo i massimi toccati a fine aprile, segnando oggi un -5% a 33,655 dollari all’oncia. Deboli anche i future sui metalli industriali, con il rame che guida i ribassi. A pesare è il rafforzamento del dollaro in cui vengono espressi le quotazioni, a cui si aggiunge il timore che la Cina, il maggior consumatore di metalli al mondo, intensifichi le misure restrittive.
Lo STOXX Europe 600 Basic Resources è il peggior indice settoriale di questa mattina, con un calo di quasi 3 punti percentuali. Tra i nomi, Fresnillo è la più colpita dalle vendite. L’azione del gruppo produttore di argento cede in questo momento il 5%. Segue a ruota Eurasian Natural Resources con un -3,90%. Ribasso intorno al 3% anche per gli altri big del settore, come Bhp Billiton (-2,91%), Rio Tinto (-2,72%), Xstrata (-2,98), Anglo American (-3,53%) e Antofagasta (-3,28%).
Non scampano alle vendite nemmeno i siderurgici, su cui pesa l’interrogativo costi, in continuo aumento. ArcelorMittal cede oltre il 3% dopo che Cheuvreux ha confermato il rating outperform lanciando l’allarme: “Le maggiori preoccupazioni del mercato derivano dal rischio potenziale sul secondo semestre 2011 a causa del continuo rialzo dei costi”, segnala il broker nella nota odierna. Intanto la tedesca Salzgitter lascia sul parterre il 4% nonostante i buoni conti. Il gruppo teutonico dell’acciaio ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile di 44 milioni di euro, oltre le stime degli analisti ferme a 31,8 milioni.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…