Calciopoli: scattano i maxisconti

Inviato da Redazione il Mer, 26/07/2006 - 07:47
Quotazione: JUVENTUS FC *
Se la Corte federale aveva il timore che la sentenza d'appello potesse distruggere il calcio, può stare tranquilla. Il processo del secolo non distrugge nulla. Non azzera storie sportive, non annichilisce passioni: a suo modo, dopo le mazzate della prima istanza, è una sentenza conservativa. Ed è anche un verdetto "costruito", atteso, modellato dalle aspettative dell'ambiente. Chi è abituato alle procedure della giustizia calcistica sa benissimo che nel corso della procedura i fulmini si trasformano spesso in fuochi artificiali, le bombe in mortaretti. Si capisce al proscioglimento dell'arbitro Dondarini che i grandi sconti annunciati per l'appello sono diventati i saldi di calciopoli. Lazio e Fiorentina riportate di peso e contro le intercettazioni in serie A. Sconto alla Juventus, in B, di tredici punti: partendo da meno 17 può tornare in prima divisione al primo colpo. Il Milan, limato ancora nella punizione riprende addirittura la Champions League: la pena afflittiva l'ha rimesso al terzo posto dell'ultimo campionato.
COMMENTA LA NOTIZIA