1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Calciogate: pronti i deferimenti, ma arriveranno a borse chiuse

QUOTAZIONI Juventus Fc
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I defrimenti di Calciopoli sono pronti ma verrano comunicati oggi dopo la chiusura delle borse e dopo la partita della nazionale. Lo hanno deciso il commissario Figc Guido Rossi, il presidente Consob Lamberto Cardia, e il poprocuratore federale Figc Stefano Palazzi per questioni di cautela. Questo perché le squadre coinvolte sono Juventus, Lazio, e verosimilmente anche Milan, Fiorentina, Udinese, Sampdoria e le prime due sono quotate in Borsa. Inoltre la nazionale è composta in buona parte, 13 giocatori su 23, da calciatori appartenenti ai club implicati. La giustizia sportiva andrà comunque di corsa per non intralciare l’avvio delle competizioni della prossima stagione. Il 27 giugno comincerà il processo di primo grado davanti alla Caf, il cui verdetto è atteso per il 7 luglio, mentre il 20 luglio ci saranno le sentenze inappellabili di secondo grado della Corte Federale. Proseguono anche le indagini della magistratura con la procura di Torino che ha disposto ieri la perquisizione dello Standard di Liegi in merito alla cessione da parte della Juventus di due giocatori, Benjamin Onwuachi e Fabian Carin, avvenute tra il 2002 e il 2005. Sempre ieri si sono incontarti il pm milanese Francesco Greco e il collega romano Stefano Rocco Fava per scambiarsi informazioni circa le indagini per aggiotaggio a carico del presidente della Lazio, Claudio Lotito. Fava indaga anche sul piano di Giorgio Chinaglia, ex giocatore biancoceleste, per l’acqusizione della società Lazio.